Percorso panoramico con la Skyline

Difficoltà
Difficile
Tempo
9 h
Partenza
Cortina d'Ampezzo
Arrivo
Cortina d'Ampezzo

Dal centro di Cortina si pedala fino a Son dei Prade, dove si prende la nuovissima cabinovia Cortina Skyline, aperta anche d’estate dalla stagione 2023. Un viaggio emozionante fra l'imponente parete della Rozes e le guglie inconfondibili delle 5 Torri, che in 15 minuti unisce i 4,5 km che separano in linea d’aria Son dei Prade e Bai de Dones, in un tragitto tra le Dolomiti ampezzane da un punto di vista privilegiato, quello del cielo. Il percorso fa scoprire quanto di più bello la Regina delle Dolomiti ha da offrire: partendo da Son dei Prade, si lascia alle spalle la conca di Cortina abbracciata dal Faloria, Cristallo, Pomagagnon e, a destra, Becco di Mezzodì, Croda da Lago, Lastron de Formin. Oltrepassata la stazione intermedia di Cianzopé, si arriva infine a Bai de Dones.

Si sale ancora con la seggiovia 5 Torri fino al Rifugio Scoiattoli, da cui si schiude un panorama semplicemente stupendo: le Tofane alle spalle, l’Averau stagliato nel cielo, e le 5 Torri così vicine che pare di toccarle. Si inforcano nuovamente le bici puntando al Rifugio Averau, tra i più storici di Cortina. Si scende quindi per il sentiero 441 in direzione Falzarego. Una volta al Passo, si segue la Strada de La Vena, antica via che collegava le Miniere del Fursil del Colle Santa Lucia ai forni fusori del Castello di Andraz. Si tratta di una strada con un piacevolissimo saliscendi nel bosco con vista sui paesini sottostanti, ben tenuta e segnalata, che consente di percorrere un giro attorno al Monte Pore. Il tour prosegue in direzione Passo Giau fino ad arrivare al Rifugio Fedare. Da qui si sale nuovamente al Rifugio Averau (in bici o caricandola sulla seggiovia), per poi ridiscendere verso il Rifugio 5 Torri e, seguendo il sentiero 424, verso il rientro in centro a Cortina.

Downloads

Info

Lunghezza
53,9 km
Dislivello positivo
3490 m
Dislivello negativo
2882 m