Sci, quale futuro?

Domenica 22.05.2022
Ciasa de ra Regoles
Indirizzo:

Corso Italia, 69 - 32043 Cortina D'Ampezzo (BL)

Telefono:
(0039) 0436 866222
Telefono cellulare:
(0039) 0436 866222

Un tavolo per analizzare le sfide che attendono uno dei pilastri dell'economia montana degli ultimi 40 anni.

Mercoledì 25 Maggio ore 20.30

Casa delle Regole, via Frenademez 1 Cortina d’Ampezzo
Oppure online in diretta streaming
(per registrarsi o per lo streaming - https://industriadellosciqualefuturo.splashthat.com)

Moderatore:
Duccio Facchini, direttore di Altreconomia

Relatori:
Umberto Martini, docente di economia e gestione delle imprese all'Universita di Trento
Stefano Illing, presidente consorzio Cortina Delicious e consigliere Anef Veneto
Raffaele Marini, presidente CAI CCTAM
Luigi Borgo, presidente collegio maestri di sci del Veneto
Silverio Lacedelli, esperto di scienze forestali 

Verso la fine dell'Ottocento fanno la loro comparsa i primi sci nelle Dolomiti, ma è dopo la seconda guerra mondiale che si creano le prime infrastrutture e nelle valli dolomitiche aumenta l'afflusso di turisti. Lo sci incomincia a diventare una risorsa economica preziosa e nell’immaginario collettivo la montagna comincia ad identificarsi quasi esclusivamente con il turismo invernale legato allo sci alpino. Il boom degli anni 70 e 80 non fa che rafforzare questa convinzione nelle teste non solo dei cittadini, ma anche dei montanari che vedono la ricchezza e l’indubbio benessere che questo tipo di turismo apporta.
Questa è la molla che, ai giorni nostri, spinge a (ri)proporre progetti che 40/50 anni fa potevano sembrare ottimali ma che sono totalmente inadeguati all’attuale contesto.
Lo sci alpino è ancora l’unica carta per l’economia della montagna?
Le decine se non centinaia di impianti falliti, la speculazione edilizia con continue nuove costruzioni vuote 10 mesi all’anno, i paesi che si spopolano, la marea di fondi pubblici investiti a fondo perduto per sostenere i costi di gestione dello sci, i servizi al cittadino che vengono tagliati per mancanza di risorse, i massicci investimenti esterni che estromettono l’imprenditoria locale… sembrerebbero dire il contrario.
La sfida che attende la classe dirigente attuale è immaginare un futuro all’economia di montagna che tenga in considerazione anche fattori per nulla marginali, come il cambiamento climatico, la crisi economica e quella energetica, senza dimenticare i cambiamenti sociali e un mercato del lavoro che deve far fronte alle crescenti aspettative di qualità della vita delle nuove generazioni.
Chi saprà gestire e investire nel cambiamento, probabilmente avrà buone probabilità di successo.
Da dove cominciare? Soluzioni miracolose, facili ed indolori sono un’illusione. Instaurare un dialogo costruttivo e trasparente, con l’obbiettivo di condividere e discutere di proposte e idee, potrebbe già essere un buon inizio.

Info
Indirizzo:
Patagonia Cortina

Via Cesare Battisti 2/4 - 32043 Cortina D'Ampezzo (BL)

Cognome:
patagonia

Organizzatore

Patagonia Cortina
patagonia
Indirizzo:

Via Cesare Battisti 2/4 - 32043 Cortina D'Ampezzo (BL)