Cortina Cube Impianti di risalita

Impianti

CORTINA CUBE
Faloria S.p.A.
Via Ria de Zeto, 10
Tel. +39 0436 2517
info@cortinacube.it 

www.cortinacube.it 

inverno

inverno

L'area è famosa per la varietà delle sue piste, da quelle dedicate ai principianti e bambini alle piste tecniche per esperti.

Dal centro di Cortina si sale al monte Faloria con la funivia. Si vedranno i 30 km di piste... un gatto delle nevi che esce dai boschi... snowboarders a metà tra terra e cielo... e polvere scintillante di neve alzata dagli sciatori più esperti.
Se il tramonto colora di rosa la roccia tutt'intorno, la luna di sera illumina tutto di bianco... vale la pena fermarsi al rifugio per cena.

Il Monte Cristallo dalle creste frastagliate e ripide... da percorrere con sci o snowboard, da scendere con gli sci d'alpinismo, da esplorare con le ciaspe, da sfidare fuori pista. Il "Canalone Staunies", la pista più "nera" delle Dolomiti, è proprio qui, sul Gruppo del Cristallo, che sa però essere anche curve sinuose e morbide discese, come quelle che da Son Forca portano a Rio Gere.

A Mietres in cerca di relax in un paesaggio circondato da un bosco popolato da animali e folletti.... morbida distesa bianca di neve, su cui stendersi al sole e liberare i pensieri al cielo. 
Diversa prospettiva: discese mozzafiato, curve divertenti, pizzicorio gelido della neve che si alza a spruzzo sotto il peso dello snowbob lanciato a tutta velocità sulla pista slittini... per bambini di qualsiasi età.

estate

estate

Salendo sul Monte Cristallo si trovano sentieri, anche per mountainbike, che si aprono nel verde della conca ampezzana... dalle passeggiate da godere in tutto relax, fino alle vie ferrate quali la Ivano Dibona (itinerario che riserva anche cimeli storici) e la Marino Bianchi. Le escursioni al Cristallo sono esperienze che riecheggiano a lungo nel ricordo.

Ridiscendere dal Monte Faloria verso la conca ampezzana, una volta arrivati in alto per mezzo della funivia, è un piacere che riempirà i sensi dei profumi e dei colori intensi della montagna, senza affaticare troppo. Ma vale la pena fare uno sforzo in più e puntare verso il Sorapis, alle spalle del Faloria: vi regalerete la vista strepitosa del lago di Sorapis, gemma striata di verde e turchese, dono delle Dolomiti.

I boschi e prati dell’area di Mietres invitano a lasciarsi alle spalle ogni sorta di preoccupazione per abbandonarsi al ristoratore abbraccio della natura. Lunghe, riposanti passeggiate tra terrazze naturali baciate dal sole e verdi sentieri sono un raro dono per chi cerca riposo e concentrazione. Anche se percorsi in sella ad una bicicletta.