UN CENTRO DI GRAVITÀ DI IDEE, PAGINE ED EMOZIONI IN UNO DEI LUOGHI PIÙ EVOCATIVI AL MONDO

Libri, autori, idee e le Dolomiti per tornare a respirare: la grande estate della ripartenza di Una Montagna di Libri Cortina d’Ampezzo


“Libri, autori, idee, e la bellezza delle Dolomiti, per tornare a respirare”. La grande estate della ripartenza con le autrici e gli autori sta per cominciare: ad inaugurare la stagione di Cortina d’Ampezzo è la ventiquattresima edizione di Una Montagna di Libri, la festa internazionale della letteratura protagonista della Regina delle Dolomiti, che dal 2009 raccoglie un pubblico annuale di 20mila presenze. “Torniamo a incontrarci di persona, a respirare l’aria della montagna, in sicurezza e con tutto l’entusiasmo e l’amore per le idee che Cortina sa dimostrare, con alcune delle voci più interessanti in Italia, in Europa e dal mondo”, dice Francesco Chiamulera, responsabile del festival. 

Una Montagna di Libri si prepara a portare a Cortina un programma ricchissimo, con circa cinquanta incontri con l’autore tra letteratura, attualità, scienza e arte. 


Le conversazioni a Una Montagna di Libri comunicano le idee più recenti nelle arti e nelle scienze con pubblici curiosi, in presenza e in digitale, in uno scambio dinamico.
A BREVE QUI IL PROGRAMMA DELL'INVERNO '21-'22

Una Montagna di Libri porta insieme scrittori e lettori in due festival annuali, d’estate e d’inverno, nelle Dolomiti. 
Per ispirare, divertire e capire di più.

Dal 2009 a Cortina

Era il 2009 quando Una Montagna di Libri cominciava a chiamare a Cortina d'Ampezzo narratrici e narratori, giornalisti, artisti e visionari all'ombra delle Dolomiti. Da allora, oltre settecento incontri hanno punteggiato le quattro stagioni delle Dolomiti: una cavalcata pressoché ininterrotta tra le pagine dei nostri libri preferiti, da novembre a Pasqua e da giugno a settembre. Che portano a Cortina oltre 20mila partecipanti ogni anno.
Una Montagna di Libri è un'esperienza condivisa. Aperta a tutti.

Leggi. Respira.

Una Montagna di Libri vi aspetta qui. A milleduecentoventiquattro metri di altitudine. Per ascoltare la voce degli autori. Dalla A André Aciman alla C di Emmanuel Carrère. Dalla M di Dacia Maraini alla N di Azar Nafisi alla R di Carlo Rovelli. Alla S di Toni Servillo e Paolo Sorrentino.
Nelle grandi sale di Cortina d’Ampezzo, come l’Alexander Girardi Hall e il Palazzo delle Poste. E poi sui prati, nelle piazze, nei rifugi di Cortina d’Ampezzo.

La medaglia del Presidente della Repubblica

Sergio Mattarella ha conferito alla XX Edizione di Una Montagna di Libri la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica, nell’occasione del decennale della festa della letteratura di Cortina d’Ampezzo. Un riconoscimento nel segno dell’apertura di Una Montagna di Libri ai valori civili e repubblicani.