Mountain Bike - Rifugio Aquileia (Alleghe)

Difficoltàdifficile Lunghezza39,80 km

Si parte da Alleghe risalendo ai Piani di Pezzè con l'impianto, da qui prendiamo la nuova cabinovia 8 posti che ci porterà alla panoramica località del Col dei Baldi (1915 m), una volta scesi guardiamo a mezzogiorno e prendiamo in discesa sulla nostra destra per circa 550 m, al bivio di Col Fioret tiriamo dritti in discesa per Malga Boi Vescovà prestando attenzione ad un ripido tratto breve ma con un fondo sassoso e smosso. Superata la stessa percorriamo su asfalto i circa 450 m che ci porteranno al bivio per Casera Fontanafredda, prendiamo a sinistra e superata la malga pedaliamo una leggera e breve salita verso F.lla Pecol scollinata la quale scendiamo per un impegnativo e tecnico tratturo per circa 2 km e un 15% di dislivello negativo fino al point di Vizza Mareson, da qui la discesa si trasforma in un leggero declivio fino alla località “Le Stroppe” per poi continuare in leggera salita verso la Baita Flora Alpina e proseguire su asfalto fino al rifugio Aquileia (1579 m) dove al cospetto del monte Pelmo effettuiamo il giro di boa per ritornare pedalando su strada sterrata un piacevole “mangia e bevi” verso Ru Cordon. Dai 1497 m di questo point andiamo ad affrontare una tosta salita verso il Mondeval, l’ultima parte della salita la pedaleremo su asfalto girando poi a sinistra per rientrare piacevolmente verso valle, superiamo la malga Pian de Vacia e proseguiamo in discesa su asfalto verso l’abitato di Toffol. Siamo ai 1471 m di questo tipico abitato della Val Fiorentina e all’altezza delle prime case prendiamo a destra e risaliamo sotto le pendici del M.te Cernera percorrendo una carrabile sterrata molto, molto impegnativa che ci porterà al point di Zardin dove arriveremo dopo aver pedalato da Ru Cordon a qui per km 9,61 con un dislivello positivo di 492 m e un negativo di -550 metri. Proseguiamo il nostro tragitto prendendo verso nord fino ad incrociare la strada che porta al Passo Giau in località Rù Ronc de Ciaval, arrivati al tornante su asfalto della SP638 prendiamo a sinistra per scendere qualche metro per poi risalire la strada secondaria asfaltata che ci porterà a Posalz, qui ci arriviamo dopo 2.48 km dei quali una piccola parte in discesa e la maggior parte in salita ben pedalabile, inizialmente su sterrato e poi su asfalto. Superato questa località puntiamo decisamente in salita sul prossimo point di Livinai per km 1,28 e 179 m di dislivello pari a un 14% circa di pendenza, inizialmente per poche centinaia di metri su asfalto e poi su sterrato. Tutto su sterrato questo tratto che in discesa ci porterà alla località di Ru scendendo piacevolmente per circa 2,2 km con un 6% medio di pendenza. Stiamo pedalando nella zona storica delle miniere del Fursil e in qualche modo percorriamo la storica ”strada della Vena” una volta via di tanti secolari commerci. Il prossimo segmento di circa 1,73 km si presenta piacevole a pedalare inizialmente su sterrato e da Sopradaz in poi su asfalto, il dislivello si pareggia tra la salita e la discesa fino ad arrivare a Canazei in territorio di Colle di Santa Lucia distante meno di 1 km in discesa su sterrato per-135 m negativi. Attraversiamo la strada principale e prendendo sotto Villagrande pedaliamo in discesa per il point di “Col de Foa” e sfiorando Rovei in poco meno di 2 km al 15% tra un accenno di asfalto e il rimanente su sentiero e strada bianca arriviamo al punto dove attraverseremo la SR 203 scavalcata la quale prenderemo il viottolo sterrato che individueremo sul lato della strada percorrendolo per 1 km circa con il 14% di pendenza fino ad  arrivare all’abitato di Caprile. Riprendiamo a pedalare superando il paese che lasciamo alle nostre spalle e ci dirigiamo verso Saviner di Laste distante qualche centinaio di metri per attraversare il ponte sul Cordevole in località Savinei da dove lasciato l’asfalto ci dirigeremo girando a sinistra verso Santa Maria delle Grazie pedalando piacevolmente sullo sterrato della ciclabile costeggiando il torrente per 2,69 km, incontreremo solo un piccolo ma acido strappo di poche decine di metri che ci porterà leggermente in quota per poi scendere all’abitato con il Santuario omonimo. Ancora un kilometro sempre costeggiando il torrente per arrivare al Ponte sul Cordevole che riattraverseremo per portarci in località  Vallazza oramai alla periferia di Alleghe e solamente poche centinaia di metri ancora da pedalare ci separano dal lungolago.

 

  • Punti d'appoggio: Alleghe - Rifugio Aquileia
Avvertenze: si consiglia di consultare sempre una cartina apposita prima di partire
Note: si consiglia di consultare sempre una cartina apposita prima di partire
  • 1191 m Dislivello salita
  • 2140 m Dislivello discesa
  • 31,2 % asfalto, rimanente off road Terreno
  • Alleghe Partenza
  • Alleghe Arrivo