Itinerario storico culturale al borgo di l'Andria

DifficoltàFacile Lunghezza2.50 km Tempo di percorrenza1 ora Anello

Il borgo di L' Andria fu uno dei primi insediamenti stabili nell'intero territorio della Val Fiorentina. Le caratteristiche per cui fu scelto furono l 'abbondanza di acqua e la sua posizione rispetto al sole, che lo rendeva particolarmente soleggiato. Questo itinerario parte da Santa Fosca e sale per via Perraze dove sulla destra si trova la Chiesette della Madonna della Neve eretta per ricordare i defunti tragicamente scomparsi a causa di una frana che si staccò nel 1917 dalle pendici del Piz del Corvo. Continuando si arriva al Pont de Toffol sul torrente Loschiesuoi. Da qui in poi numerosi sono gli antichi manufatti che si possono ammirare. Se si sale A Toffol si può visitare l'antico mulino tutt'ora funzionante e appena più a monte "la calchera e la busa della ciauzina" per fare la calce nei tempi antichi. Continuando, invece lungo la stradina che attraversa tutto l'abitato di l'Andria si incontreranno numerosi fienili con le caratteristiche bifore intagliate nel legno "Barconele", "Il Travai" per la ferratura delle mucche, "il Faer" per l'essicazione della fava, la Chiesetta di San Osvaldo, gli abbeveratoi e le caratteristiche case in stile Ladino. La strada porta a congiungersi con la statale cosi da rientrare comodamente a Santa Fosca e poter ammirare il Capitel di Bernart restaurato alcuni anni fa. Lungo il percorso troverete alcune descrizioni dei manufatti incontrati ma per una maggior illustrazione, presso l'ufficio turistico a Selva si può acquistare la guida cartacea del percorso culturale di L'Andria.

Avvertenze: Presso l'Ufficio turistico è in vendita una guida dell' intero percorso
Note: Presso l'Ufficio turistico è in vendita una guida dell' intero percorso
  • strada asfaltata Terreno
  • Santa Fosca Partenza
  • Santa Fosca Arrivo
  • da gennaio a dicembre Periodo consigliato
  • alta Frequentazione