Trekking - Della Madonnina Bianca

DifficoltàFacile Lunghezza6 km Tempo di percorrenza3.00 ore Andata Bellezza****

Nel paesino di Pescul si lascia l'auto nel parcheggio della seggiovia dove in fondo parte la stradina silvo – pastorale n.569 che sale attraverso un bosco in prevalenza di abeti fino al Rifugio Fertazza m 1839. Dopo una breve sosta lasciamo il Rifugio alle nostre spalle e ci dirigiamo verso la partenza della seconda seggiovia da li il sentiero riprende nel bosco, superiamo dei grandi alberi fra i più antichi dell' intero territorio di Selva di Cadore e dopo un breve tratto pianeggiante svoltiamo a sinistra per dei prati e un lariceto dove qua e la si trovano delle Baite di alta montagna un tempo usate per depositare il fieno. Arrivati nei pressi della Cima del Monte Fertazza a quota m. 2101 continuando a sinistra dopo pochi minuti si raggiunge il Ristoro Belvedere, noi invece proseguiamo a destra lungo il sentiero n. 566 lasciandoci alle nostre spalle la Civetta e il Maestoso Monte Pelmo e dinanzi a noi La Regina delle Dolomiti la Marmolada e Il Gruppo del Sella. A breve raggiungiamo la silenziosa Madonnina Bianca del Monte Fertazza che si trova su di un masso in un bella area prativa, in un luogo di pace e serenità  di fronte all' imponente parete Nord Ovest della Civetta. 

  • Materiali: abbigliamento da montagna e scarpe da trekking
  • Punti d'appoggio: Rifugio Fertazza - Ristoro Belvedere
Avvertenze: Eventualmente possibilità si salire e scendere con le seggiovie.
Note: Eventualmente possibilità si salire e scendere con le seggiovie.
  • Monte Fertazza Cima
  • 2101 m Quota
  • 686 m Dislivello salita
  • 686 m Dislivello discesa
  • sentiero,strada bianca Terreno
  • Parcheggio impianti di risalita a Pescul Partenza
  • Madonnina Bianca al Monte Fertazza Arrivo
  • tarda primavera estate autunno Periodo consigliato
  • Media Frequentazione