Passeggiata sotto l'anfiteatro della Moiazza

Difficoltàfacile per famiglie Lunghezza2060 Tempo di percorrenza1 h BellezzaSplendido e facile percorso tra i paesi ai piedi della Moiazza. Vista su Moiazza, cascata Spisolot, Civetta, San Sebastiano, Mezzodì, Bosconero.

Un breve percorso ad anello (un’ora) tra le antiche case di Chiesa e Molin, i villaggi più alti della valle di Goima, e tra i prati che consentono di godere la vista su Bosconero e Mezzodì.

Da Dont si risale la strada provinciale 347 del passo Duràn fino al bivio per Molin (1.182 m), dove si può lasciare l’auto nel modesto spazio davanti alla ex scuola comunale, che ora ospita il “Museo degli usi e costumi della valle di Goima.

Proseguendo a piedi per la strada provinciale, si raggiungono le prime case di Chiesa di Goima. Qui si abbandona la strada principale e ci si addentra nel piccolo nucleo abitato, caratterizzato da vecchi rustici e case antiche dette vaticani. Sullo sfondo si staglia la Moiazza, tagliata dal caratteristico scalino roccioso che sostiene il grande Vant di Moiazza. Sulla piccola piazza al centro del paese si affaccia la chiesa parrocchiale di S. Tiziano (1400), recentemente ristrutturata, con il tipico campanile a cipolla, che conserva all’interno opere d’arte.

Proseguendo, si raggiunge la strada in corrispondenza di un piccolo slargo (Canzel Grant, 1.240 m). Qui si individua una traccia di sentiero che scende a Molin costeggiando un pascolo recintato (attenzione ai fili in cui passa corrente elettrica, collocati per gli animali al pascolo).

Guadagnata la strada comunale, la si segue brevemente verso destra (sud) a oltrepassare il torrente, dove si trova l’edificio della vecchia segheria con il mulino ad acqua (una delle ultime a cessare l’attività in Zoldo). Tornando sui propri passi, si segue la strada comunale, pianeggiante, godendo a monte la vista dei tetti delle case sopra i quali emerge il campanile di S. Tiziano che si staglia contro il verde della vegetazione. Verso sud-est le cime di Sfornioi-Bosconero spuntano da sopra i boschi del Col Baion, e a est gli Spiz di Mezzodì offrono uno spettacolo fantastico nelle ore del tramonto.

Percorso realizzato dall'Unione montana Longaronese Zoldo.

  • Punti d'appoggio: Molin, Le Vare, Chiesa
  • Varianti: Per evitare la strada del passo Duran, trafficata nei weekend estivi, si consiglia dalla partenza del Bivio Scùole di entrare nel paese di Molin e poi prendere via Mez, strada in salita ma non trafficata. Da lì, salire a Chiesa.
Avvertenze: Se possibile scegliere la variante
  • Civetta Gruppo Dolomitico
  • 1252 m Quota
  • 70 m Dislivello
  • Strada, strada sterrata, breve tratto di sentiero Terreno
  • Bivio Scùole, presso il museo etnografico Partenza
  • Bivio Scùole, presso il museo etnografico Arrivo
  • Tutto l'anno Periodo consigliato
  • Bassa Frequentazione

Per gruppi di almeno 20 persone