Percorso storico Col di Lana

Da Pieve di Livinallongo, sede municipale del Comune di Livinallongo del Col di Lana, si sale, in auto, fino alla frazione di Palla dove si trova un comodo posteggio. Si prosegue a piedi verso sinistra sul sentiero 21: col sentiero si raggiunge Plân de la Lasta- Plân de la Chicia e il Panettone “Ciadiniei”. Il percorso di cresta, attrezzato, si può fare sia in senso orario che antiorario. Al Col di Lana una visita è d'obbligo alla cappella dedicata a tutti i Caduti costruita nel 1935 sul ciglio del cratere della mina italiana e rifatta ex novo nel 2007. Il percorso attrezzato scende e raggiunge la cresta rocciosa dove è stata recuperata una trincea coperta; sale al Dente del Sief per ridiscendere nell’immenso cratere provocato dallo scoppio della mina austriaca. Da quel baratro di morte si risale al Monte Sief; si scende lungo il costone costellato di trincee ottimamente recuperate e si giunge alla Sella del Sief. Girando verso sinistra si attraversa la conca Alpenrose, tappezzata di rododendri, si passa accanto ai Muri di Köle e si raggiunge Plân de la Mina – il Montucolo Austriaco “Rotschanze”- il Montucolo Italiano e, superato il Villaggio Austriaco si ritorna al Panettone “Ciadiniei”.