Passo Pordoi - Ponte Vauz

Difficoltàfacile

Un itinerario estremamente semplice, che si svolge quasi interamente in discesa, ma che offre una bellissima vista e permette di divertirsi scendendo lungo i pendii che portano a Vauz. Si cammina facilmente lungo la strada che sale all’Ossario del Pordoi, quasi sempre battuta e quindi percorribile anche senza le racchette da neve. Si raggiunge in breve il monumento, luogo ideale per una sosta in ammirazione dello splendido panorama sulla valle. Dall’Ossario del Pordoi si scende verso nord-est portandosi nella valle attraversata dal Ru de Vauz. Conviene spostarsi subito sul lato sinistro della valle, scendendo lungo gli ampi pendii che portano ai tabià di Vauz. Poco più in basso si può attraversare il torrente sfruttando un piccolo ponte e in breve si raggiunge, nei pressi della seggiovia di Pônt de Vauz (1939m), la strada che da Arabba sale al Passo Pordoi. Si prende la seggiovia e si ritorna al punto di partenza. Si può scendere anche scegliendo linee più dirette in funzione delle condizioni della neve.

 

  • Materiali: Attrezzatura standard (ciaspe e bastoncini)
Avvertenze: Molto facile con buone condizioni di neve; attenzione comunque alla scelta del percorso in discesa
Note: Molto facile con buone condizioni di neve; attenzione comunque alla scelta del percorso in discesa
  • Punto di partenza è il Passo Pordoi, che si raggiunge dal versante Agordino passando per Arabba; si parcheggia l’auto in prossimità dell’arrivo della seggiovia. Partenza
  • Pont de Vauz Arrivo