Grand Tour Dolomiti MTB

GRAND TOUR DOLOMITI MTB (ANTIORARIO)

Fanes - Arabba - Marmolada - Alleghe - Falcade - Pale di San Martino - Canale d'Agordo - Val di Zoldo - Selva di Cadore - San Vito di Cadore

Dolomiti Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO

 

 

 

Il Grand tour Dolomiti MTB è un itinerario ciclistico nelle Dolomiti per mountain bikers che unisce i principali centri turistici delle aree dell'Agordino e della Val di Zoldo a tratti in Alto Adige - Süditirol e Trentino, attraversando i grandi massicci delle Dolomiti UNESCO che la contornano, Il percorso è suddivisio in tappe e sottotappe ("passi") ed è perciò adattabile a tutte le capacità ed a tutte le esigenze, anche grazie alla facoltà di utilizzare gli impianti di risalita che si incontrano lungo il tragitto.

Questa composizione del tour consente di scegliere il punto di partenza in base al luogo di provenienza, alle intermodalità con i sistemi trasporto pubblici o semplicemente ai propri gusti personali; consente in sostanza da ciascuno di creare il proprio MTB Tour delle Dolomiti presonalizzato.

 

ATTENZIONE:

IL GRAND TOUR DOLOMITI MTB È UNA PROPOSTA PER RIDER ESPERTI!

 


Nella proposta del Consorzio Dolomiti Stars Scrl sono inclusi:

  • personalizzazione del tour in base alle capacità ed alle esigenze dei partecipanti concordata direttamente;
  • prenotazione alberghiera in mezza pensione  per i partecipanti al Grand Tour + camera di cortesia per doccia nell'ultimo giorno del Grand Tour;
  • trasporto dei bagagli dei partecipanti del Grand Tour da una tappa alla successiva;
  • materiali: cartina dettagliata della zona e materiale informativo;
  • gadget (secondo la disponibilità al momento).

Servizi aggiuntivi:

  • accompagnamento con Guida MTB, servizio di noleggio MTB;
  • prenotazione pranzo in rifugio;
  • biglietti per gli impianti di risalita*;
  • eventuale servizio Bike Taxi.

*nel periodo di apertura degli impianti di risalita

 

 


GRAND TOUR DOLOMITI MTB - ESEMPIO


PASSO A TAPPA 1
FANES-ARMENTAROLA IN BADIA – PRALONGIA' – PASSO CAMPOLONGO – ARABBA


Provenienti dalla meravigliosa zona del Fanes e compiuta la discesa all'Armentarola. Si prosegue brevemente in direzione dell'abitato di San Cassiano sino ad intercettare la strada silvopastorale nr. 22 alla volta di Pralongià. Per quanti volessero avvalersi dell'impianto di risalita è possibile utilizzare la vicinissima cabinovia del Piz Sorega che consente di raggiungere i 2000 mt e di spostarsi in quota nell'area di Pralongià prima di iniziare la discesa al Passo Incisa. Qui, sulla destra un sentiero non troppo evidente attraversa una zona boschiva e ragginunge il Passo Campolongo. Per scendere ai 1610 mt di quota di Arabba è possibile affrontare il sentiero 638, molto tecnico che fiancheggia la rotabile o in alternativa, più tranquillamente godersi la discesa asfaltata.

 


PASSO B TAPPA 1
ARABBA – PORTA VESCOVO – PASSO PADON – MALGA CIPELA – SOTTOGUDA


Da Arabba si suggerisce di salire in quota con la funivia di Portavescovo e da qui dirigersi in direzione del rifugio Padon. Per i più preparati sarà possibile salirea anche con la mountain, salendo per qualche chilometro il Passo Pordoi sino ad intersecare il sentiero nr. 680 che continua su strada sterrata di servizio fin sotto il rifugio. Raggiunto lo stesso breve ma intensa discesa verso Passo Fedaia ammirando l'incantevole lago. Pochi tornanti sulla rotabile prima di completare la discesa verso Malga Ciapela sui prati a fianco del lungo rettilineo che termina in corrispondenza della stazione di partenza della funivia della Marmolada. Attraverso la gola dei Serrai, (a pagamento in stagione) si conclude la prima tappa in zona Sottoguda.


DISLIVELLO IN SALITA COMPLESSIVO DI TAPPA DA SAN CASSIANO: m 1480
DISLIVELLO IN DISCESA COMPLESSIVO DI TAPPA DA SAN CASSIANO m 1731
IMPIANTI DI RISALITA: 2 (Seggiovia Piz Setur – Funivia di Portavescovo)
FONDO STRADALE: STERRATO, ASFALTO, BOSCO, SENTIERO
POSSIBILITA' DI PERNOTTAMENTO: ARABBA – MALGA CIAPELA – ROCCA PIETORE
RIFUGI CONSIGLIATI: INCISA – PLAN BOE' – BEC DE ROCES

 


 


PASSO C TAPPA 2
SOTTOGUDA (ROCCA PIETORE) – ALLEGHE – FORCELLA SAN TOMASO – LAGAZZON – CAVIOLA - FALCADE


Dopo i Serrai la meraviglie di questa valle non sono terminate. In destra orografica del torrente Pettorina un fantastico percorso ciclabile consente di ammirare questa valle da un punto di vista privilegiato. Attraversa il bosco e suggestive frazioni su terreno molto ben compattato e su qualche tratto di asfalto, si dirige verso il fondovalle a Caprile dove il Pettorina si immette nel Cordevole e di fronte alla straordinaria parete del Civetta. Infine costeggiando quest'ultimo raggiunge il lago di Alleghe per una sosta panoramica lungo le sua sponda destra. Si prosegue su strada secondaria sino ad Avoscan per affrontare l'impegnativa salita asfaltata che conduce alla frazione di Pianezze. I più temerari potranno approcciare il sentiero boschivo che dalla località Forchiade la frazione di Pecol e di seguito verso Pianezze. Qui si prosegue su strada sterrata nel bosco e non senza impegno si scollina Forcella San Tomaso. Discesa sino a quota 1227 in direzione di Cogul, brevi tratti di sentiero e di nuovo in salita su asfalto a Forcella Lagazzon. Si attraversano le frazioni alte della
Valle del Biois ed infine si raggiugono gli abitati di Caviola e Falcade per splendida pista ciclabile. Dato che queste salite non sono superabili con impianti, per i meno avvezzi vi è una bella alternativa comunque ricca di soddisfazione. Da Avoscan per stradine secondarie si raggiunge Cencenighe. Poco oltre la galleria “Delle Anime” inizia la ciclabile della Valle del Biois lungo il torrente che in un ambiente di straordiaria bellezza ragginge la piana di Falcade attraversando anche il paesa natale di Albino Luciani: Canale d'Agordo. In valle ottime le possibilità per il pernottamento presso le strutture “bike friendly”.


PASSO D TAPPA 2
FALCADE – PASSO VALLES – PASSO ROLLE – SAN MARTINO – RIF ROSETTA – CANALE D'AGORDO


Falcade ammalia con la bellezza della piana verde sulla quale è adagiato e delle vette che circondano l'area. Il tour riprende con la salita verso il Passo Valles che può avvenire lungo la strada provinciale o molto più agevolmente sfruttando gli impianti di risalita che da Falcade conducono a Laresei. La bellezza dell'altopiano inviterà ad indugiare prima di percorrere la bella via di discesa a
Passo Valles, ottimo punto di ristoro. In maniera più impegnativa si prosegue ora alla volta di forcella Venegia posta a quota 2217. Inizia qui una favolosa discesa che lascia a sinistra le cime delle Pale di San Martino e superato un “dente” altimetrico immette sul paese omonimo. Zona di notevole importanza geologica nella formazione delle Dolomiti, quest'area è compresa all'interno
del Parco Naturale di Paneveggio-Pale di San Martino: un gioiello naturalistico che si offre agli occhi di tutti. La risalita dal paese avviene in funivia che raggiunge il rifugio Rosetta. Si apre dinnanzi l'altopiano delle Pale con il suo caratteristico paesaggio lunare. Attraversarlo in moutain bike in leggera discesa è una delle esperienze più belle. Giunti a Forcella Cesurette una breve ma ripida discesa immette in Val di Gares. Il cambio di paesaggio non finisce di stupire. Il rientro verso Canale d'Agordo avviene attraverso un percorso ciclabile senza eguali in tutta l'area. Raggiunto il paese del papa termina la seconda tappa.


DISLIVELLO IN SALITA COMPLESSIVO DI TAPPA DA ROCCA PIETORE: m 2872
DISLIVELLO IN DISCESA COMPLESSIVO DI TAPPA DA ROCCA PIETORE m 3389
IMPIANTI DI RISALITA: 3 (Seggiovia Molino le Buse – Seggiovia Le Buse Laresei – Funivia del Rosetta)
FONDO STRADALE: STERRATO, ASFALTO, BOSCO, SENTIERO PIETRISCO
POSSIBILITA' DI PERNOTTAMENTO: ALLEGHE – FALCADE – CANALE D'AGORDO
RIFUGI CONSIGLIATI: CAPANNA PASSO VALLES

 


 

 

PASSO E TAPPA 3
CANALE D'AGORDO – CENCENIGHE – ALLEGHE – ZOLDO ALTO

Dal centro del paese di imbocca una stradina che immette alla ciclabile lungo il torrente Biois. La sede larga e il fondo compatto invitano a godersi la discesa che termina a Cencenighe. Per stradine secondarie attraversando la statale solo dove necessario si sale ad Alleghe. Dal centro del paese parte la cabinovia che raggiunge Piani di Pezzè; (5 km su asfalto e 400 mt di dislivello per chi
pedala). Con la seconda telecabina si raggiunge la sommità di Col di Baldi per poi scendere brevemente a Forcella Alleghe dove invece giunge chi sale in bicicletta. Bella la seguente discesa su Pecol e la seguente stradina che risale al Pian del Crep, sommità della zona sciistica di Zoldo. Si scende nuovamente verso Pecol con un breve circuito di fondovalle si potrà godere delle bellezze del lugo o semplicemente di verificare la posizione del proprio hotel.


PASSO F TAPPA 3
ZOLDO ALTO - COI – PALAFAVERA – FERTAZZA – SANTA FOSCA


Si attraversa il fondovalle in leggera discesa e ora il percorso svolta decisamente verso Coi: la più caratteristica e panoramica delle frazioni di Zoldo Alto. Attraverso il bosco si scende alla località di Palafavera e da qui si percorre qualche chilometro del passo Staulanza. Al bivio per le malghe il fondo diventa nuovamente sterrato un tratto non troppo impegnativo prima di affrontare una salita
marcatamente più dura verso la località Costa del Conte e tuffarsi nella lunga discesa che dopo il ristoro Fertazza porta a Pescul. In alternativa è possibile bypassare la salità più impegnativa scendendo da Forcella Pecol verso il versante agordino del Passo Staulanza. In ogni caso al termine della discesa ci si porta verso Santa Fosca e la frazione di Toffol. In zona numerose strutture “Bike
Friendly” assicurano cura e ospitalità. Variante Impianto di risalita: Da Palafavera è anche possibile salire con la seggiovia sino a Forcella Alleghe, breve tratto per raggiunger Col dei Baldi quindi in discesa sino a Forcella Pecol.


PASSO G TAPPA 3
SANTA FOSCA – COL DEL TERMINE – ACQUILEIA – FORCELLA FORADA – SAN VITO


Inizia qui una bella strada panoramica in salita verso Col del Termine ove è visibile il sentiero che ragginge la sepoltura mesolitica dell'uomo di Mondeval. La discesa è più tecnica, nel bosco e porta con qualche sali scendi finali al Rifugio Acquileia. Ottimo punto di ristoro. Un paio di km lungo il passo e all'altezza del terzo tornante l'occasione per ammirare il Monte Pelmo in tutta la sua
straordinari bellezza. Una strada sterrata pedalabile conduce al rifugio Città di Fiume. Ancora uno sforzo per scollinare l'ultima asperità di giornata: Forcella Forada. Inizia qui una lunga discesa, dapprima tecnica e circospetta ma in seguito più facile verso la Valle del Boite. Raggiunta la frazione di Villanova si transita nei meravigliosi piani di Serdes prima di raggiunger San Vito di Cadore dove termina questa terza tappa.


DISLIVELLO IN SALITA COMPLESSIVO DI TAPPA DA CANALE D'AGORDO m 3089
DISLIVELLO IN DISCESA COMPLESSIVO DI TAPPA DA CANALE D'AGORDO m 3050
IMPIANTI DI RISALITA: 3 (Cabinovvia Piani di Pezzè -Cabinovia Col dei Baldi – Seggiovia Palafavera)
FONDO STRADALE: STERRATO, ASFALTO, BOSCO, STRADA SILVOPASTORALE
POSSIBILITA' DI PERNOTTAMENTO: VAL DI ZOLDO - SELVA DI CADORE
RIFUGI CONSIGLIATI: RIFUGIO ACQUILEIA – RIFUGIO STAULANZA – RIFUGIO CITTA'
DI FIUME


 

Per organizzare il vostro Grand Tour Dolomiti MTB personalizzato vi invitiamo ad inviarci una E-mail, ovviamente senza impegno o vincolo da parte vostra; sarete poi contattati da un nostro operatore per discutere dei dettagli del tour e, in base alle vostre scelte, del prezzo dettagliato del vostro Grand Tour Dolomiti Stars. Il nostro indirizzo E-mail è:



info@dolomitistars.com

In alternativa siamo a vostra disposizione telefonicamente al numero:

+39 0437 523642

Dal lunedì al venerdì, 08.00-12.30 e 13.15-16.45

 

 

 


"Comunicazione obbligatoria ai sensi dell'articolo 17 della legge n. 38/2006.
La legge italiana punisce con la reclusione i reati concernenti la prostituzione e la pornografia minorile, anche se commessi all'estero."

Dolomiti Stars Travel
autorizzazione n° 51 del 14-01-2014 rilasciata dalla Provincia di Belluno
Polizza di responsabilità civile n° ------ del ---------
*extra: tutto ciò non espressamente previsto nelle proposta
*salvo esaurimento disponibilità

a partire da € 300,00 € 250,00 Prenota