Vicino a noi

scopri le tante attrazioni che si trovano nei dintorni della nostra valle

i serrai di sottoguda

i serrai di sottoguda

Come scritto nel Murales dipinto alle porte dei Serrai di Sottoguda la visita di questo canyon da la sensazione di entrare in un mondo di favola e magia.

Questo Sito Naturale si trova a 10 chilometri da Selva di Cadore esattamente ai piedi della Regina delle Dolomiti la Marmolada. La gola dei Serrai si è formata nei secoli, grazie all'incessante lavoro di erosione del torrente Pettorina lungo la roccia e si estende per 2 chilometri dal caratteristico paesino di Sottoguda fino a raggiungere Malga Ciapela.

La bellezza di questa gola è data dalle alte pareti che si stagliano ai lati del percorso, d'estate da esse scendono cascate che l'inverno si ghiacciano e diventano il paradiso degli Ice Climber. La chiesetta di San Antonio, la Madonna Dei Serrai, il Sas Taie sono alcune delle attrazioni che si incontrano lungo il tragitto.

L'estate un comodo trenino sale e scende lungo il canyon, i bambini o gli anziani che desiderano visitare questo spettacolo della natura potranno farlo comodamente seduti.

MAGGIORI INFORMAZIONI: Serrai di Sottoguda

 

stadio del ghiaccio e zip line

stadio del ghiaccio e zip line

A pochi chilometri da Selva di Cadore nel caratteristico paesino di Alleghe si trova lo Stadio del Ghiaccio Alvise De Toni. La struttura sportiva si trova ai margini del lago esattamente sotto le alte pareti del Monte Civetta. Aperta sia d'inverno che durante la stagione estiva è frequentata da numerosi appassionati di pattinaggio in quanto è possibile pattinare sia d'estate che l'inverno e noleggiare l'attrezzatura direttamente sul posto.

Durante l'arco dell' anno si giocano le partite di hockey della squadra di Alleghe e vengono organizzati alcuni spettacoli di pattinaggio artistico, niente di meglio per trascorrere le giornate uggiose scivolando in compagnia sul ghiaccio.

Superato Alleghe si sale a San Tommaso Agordino caratteristico paesino dell' Alto Agordino, qui si trova per i più coraggiosi la Zipline. Agganciati ad una fune alta 160 m ci si lascia trasportare per 1 km e 600 m per un dislivello di 260 m

Dopo essersi assicurati alla fune, in totale sicurezza vi lancerete in questa spettacolare discesa, l'emozione del volo con lo spettacolo della Vallata Agordina e del Monte Civetta che si trova prorio di fronte a voi. Un pizzico di adrenalina da vivere fra le Dolomiti.

MAGGIORI INFORMAZIONI:   Stadio del ghiaccio  -   Zip line

 

Museo papa luciani e museo del ferro e del chiodo

Museo papa luciani e museo del ferro e del chiodo

MUSEO PAPA LUCIANI

Albino Luciani nasce a Canale D’Agordo il 17 ottobre 1912 divenne PAPA il 26 agosto 1978, il suo Pontificato durò un breve periodo in quanto il 28 settembre 1978 muore. Il Museo si trova nella Piazza di Canale D'Agordo ad è interamente dedicato a Giovanni Paolo I. Nello stesso edificio si trova la biblioteca  il centro studi, una sala conferenze e un centro per pellegrini.

MAGGIORI INFORMAZIONI: Museo Papa Luciani

MUSEO DEL FERRO E DEL CHIODO

A Forno di Zoldo circa 10 chilometri da Selva di Cadore si trova questo caratteristico museo. Per secoli la Val di Zoldo è stata terra di fabbri, fabbricanti di chiodi, miniere e fucine. Molto del ferro che veniva utilizzato nelle fucine di Zoldo veniva estratto anche nelle Miniere del Fursil di Colle Santa Lucia. All’interno del Museo suddiviso in più sezioni si possono ammirare, fotografie, documenti, vari oggetti e attrezzi che illustrano e descrivono la storia del ferro in Val di Zoldo.

MAGGIORI INFORMAZIONI: Museo del ferro e del chiodo

 

il castello di andraz e le Miniere del Fursil

il castello di andraz e le Miniere del Fursil

Il castello sorge poco sotto il Passo Falzarego a circa 20 minuti da Selva di Cadore in una posizione strategica per il controllo delle vie di comunicazione che già nel medioevo collegavano i territori bellunesi, poi della Serenissima, con quelli situati a nord di Caprile, appartenenti al Vescovo di Bressanone. 

Lungo questa via transitava il minerale di ferro proveniente dalle vicine Miniere del Fursìl di Colle Santa Lucia, allora territorio vescovile. Le Miniere del Fursil erano le più importanti presenti nel territorio Dolomitico e il ferro estratto subiva infatti una prima lavorazione nelle vallate limitrofe e poi veniva forgiato nelle "Fusine" Agordine, Bellunesi, Zoldane e Brissinesi per farne pregiate lame per spade. Ancora oggi si possono visitare alcune Miniere nella zona a monte dell' abitato di Colle Santa Lucia.

Il Castello di Andraz invece è stato costruito su di un enorme masso staccatosi dal gruppo dolomitico del Settsàss, realizzato con le roccie che si trovavano in loco, questa caratteristica gli conferisce un’integrazione straordinaria con l'ambiente naturale circostante e ne aumenta il fascino.

L'edificio, dall’XI al XV secolo, rimase sotto il controllo dei vassalli alle dipendenze dei vescovi-conti, dopo il 1416 se ne impossessò direttamente il Vescovado che per tutto il medioevo ne fece un importante baluardo militare.

MAGGIORI INFORMAZIONI:  Castello di Andraz     Miniere del Fursil