Arrampicare e vie ferrate in Val di Zoldo

La Val di Zoldo è stata una delle valli in cui storicamente il grande alpinismo in Dolomiti si è sviluppato. Le pareti del Civetta e del Pelmo hanno rappresentato e rappresentano tutt'ora dei simboli unici in tutta l'area. Non bisogna dimenticare Moiazza, Spiz di Mezodì e Bosconero, con pareti a picco e di ottima roccia dove sono presenti numerosi itinerari alpinistici di grande livello. Anche l'arrampicata sportiva qui in valle offre numerose possibilità, con falesie adatte a principianti, scalatori medi ed evoluti. La falesia di Calleda al passo Duran, la falesia della val Barance sopra Pralongo, la falesia della val Ziolere sopra Pecol e la falesia dei Sassi dei Coi, per citarne solo alcune, offrono itinerari di tutti i tipi in contesti mozzafiato. Altre falesie sono presenti in valle o poco distante così da offrire possibilità per quasi tutto l'anno.

Le pareti

Le vie ferrate

La Val di Zoldo è ricca di vie ferrate e vie normali che salgono le sue famose cime dolomitiche. Il Civetta e la Moiazza sono percorse da tre ferrate, tra le più frequentate in Dolomiti. In Civetta si trovano la panoramica ed aerea Ferrata degli Alleghesi e la verticale ed esposta Ferrata Tissi. In Moiazza la Ferrata Costantini, considerata la più lunga, la più difficile e la più bella delle Dolomiti! Ci sono anche itinerari più corti e semplici, adatti a principianti, come la Ferrata del Sora 'l Sas e del Belvedere negli Spiz di Mezodì. Anche gli amanti delle vie normali qui troveranno pane per i loro denti. La via normale al Civetta con il famoso "Passo del Tenente" e la via normale al Pelmo con la storica "Cengia di Ball" vi lasceranno senza fiato! Per gli esperti estimatori di sentieri selvaggi sono assolutamente da non perdere i mitici "Viaz" che qui in Zoldo rappresentano una delle caratteristiche uniche in tutte le Dolomiti.

Contattaci! Ti risponderemo al più presto!