Ferrata Cesare Piazzetta

Difficoltàmolto difficile Tempo di percorrenza6 ore circa (andata e ritorno)

Dal Passo Pordoi, seguire le indicazioni per il Sacrario Militare Germanico (Militärische Gedenkstätte). Una volta superato il monumento, risalire il versante Sud, seguendo il sentiero ben segnalato, fino ad inoltrarsi nella Valle de Joèl. Si giunge, tramite l'avvallamento, ad un piano per poi guadagnare la base delle pareti tra sfasciumi e detriti di roccia. Costeggiare la parete in direzione Est sino all'attacco della via ferrata (targa). La verticale parete dove si snoda il cavo metallico è particolarmente impegnativa e selettiva;si traversa a destra e sinistra , sempre con grande esposizione rimontando alcuni gradoni e un diedro (due corde metalliche facilitano la salita) fino ad una scaletta. Alcuni fittoni di metallo fungono da appoggio per superare l'ultimo tratto esposto che conduce ad una cengia. Ci si infila in uno stretto canalino (attenzione a non sottovalutarlo), si arriva al ponticello tipo Himalaiano, sospeso fra due pareti (passare uno alla volta!). Si risalgono, su buoni appoggi, altri gradoni e paretine alte da 5 a 25 metri ca. A metà della cengia si deve superare un'altra aerea parete esposta avente ottimi appigli (corda metallica), dopo si incontrano alcuni salti di roccia che si superano con facilità portandosi sullo spigolo. Si prosegue ancora per salti e rocce fino a raggiungere un altro tratto non attrezzato. Questo tratto è delicato e sdrucciolevole, privo di cavo metallico e ricco di detriti e sfasciumi di roccia, reso sicuro, però, da grandi chiodi cementati posti alla distanza di circa 20 metri uno dall'altro, per assicurare la salita a gruppi attrezzati con corda da roccia (fare molta attenzione a non provocare cadute di sassi. Si raggiunge cosi l'ultima serie di gradoni e cenge fino ad incontrare alla propria sinistra (ovest) un sentiero che attraversa il selvaggio vallone sotto il Piz Boe che conduce alla Forcella Pordoi. Da qui: interessante la discesa lungo l'omonimo canalone fino al Passo oppure salire alla stazione a monte della funivia. E' inoltre possibile proseguire per l'originale percorso fino alla vetta, ove ci sono più possibilità per il ritorno:
1: seguire il sent. n° 672-638 (cresta strenta) per il Vallon-Corvara
2: sentiero n° 638-637- Vallon- Bec de Roces- Passo di Campolongo-Arabba.

  • Sella Gruppo Dolomitico
  • sud del gruppo del Sella Versante
  • 3152 m Quota
  • 913 m Dislivello
  • Passo Pordoi Partenza
  • Piz Boè Arrivo
  • giugno-ottobre Periodo consigliato