La Valle di Fodom

Il fascino della tradizione ladina delle Dolomiti

La Valle di Fodom (Comune di Livinallongo del Col di Lana che include la località turistica di Arabba) si trova in Alto Agordino nel cuore delle Dolomiti Patrimonio UNESCO; la Valle di Fodom è dominata dall’imponente Gruppo del Sella ai piedi del Passo Pordoi e del Passo Campolongo. Arabba e la Valle di Fodom contribuiscono assieme alle contigue valli ladine radunate attorno al Massiccio del Sella a formare il Sellaronda o Giro dei Quattro Passi, il più famoso e frequentato ski tour del Dolomiti Superski.

AI PIEDI DEL SELLA

Arabba (Comune di Livinallongo del Col di Lana) si trova nel cuore delle Dolomiti Patrimonio UNESCO a 1600 metri, dominata dall’imponente Gruppo del Sella, ai piedi del Passo Pordoi e del Passo Campolongo; questa celebre località sciistica delle Dolomiti è inclusa nel territorio della Valle di Fodom, una delle quattro valli del Sellaronda o Giro dei Quattro Passi.

IL CASTELLO DI ANDRAZ

Il  Castello di Andraz, il "ciastèl", è il simbolo della Valle di Fodom; la fortezza, costruita nel 1027, fu sede amministrativa e militare che raggiunse il massimo splendore sotto la guida dei principi-vescovi di Bressanone, nonché punto strategico per il controllo dei traffici e della viabilità: da Bressanone attraverso il Passo delle Erbe, la Val Badia e il Valparola si poteva raggiungere l'Agordino, Belluno e Venezia. Era il contatto con Laste, Rocca Pietore, Avoscan ed Alleghe tramite segnalazioni visive (fuochi). Fu inoltre baluardo contro le mire espansionistiche di Venezia, che mirava ad ampliare le sue conquiste verso nord: questa zona dolomitica era infatti molto appetibile sia per il legname, che per l'attività estrattiva. Recentemente restaurata, la rocca conferisce al paesaggio circostante l’atmosfera di un passato lontano. Oggi il castello è valorizzato al meglio da un recentissimo museo ed offre ai visitatori di Arabba moltissime interessanti esposizioni e manifestazioni culturali. 

IL VECCHIO MULINO

Altro luogo dal carattere culturale e storico per la Valle di Fodom e che merita di essere visitato è il Vecchio Mulino in centro ad  Arabba, nel quale per secoli la gente di Fodom ha macinato segale e orzo: un capolavoro di meccanica povera, ancora perfetto nei suoi ingranaggi, scolpiti in durissimo legno.

CHIESE E MONUMENTI

Il suggestivo campanile della chiesa di San Giacomo svetta come a voler ricordare che quel luogo era anticamente il centro dell'intera Comunità: l'antica Pieve di Livinallongo; numerose le chiesette e cappelle sparse sul territorio, meritevoli di una visita, che conservano tesori d'arte inaspettati: la Cappella dei Flagellanti di Pieve - Beata Vergine di Lourdes, Chiesetta Santuario di Corte - Madonna della Neve, la Chiesa curaziale di Ornella - SS. Fabiano, Sebastiano e Rocco, la Chiesa curaziale di S. Giovanni - S. Giovanni Battista, la Chiesetta di Renaz - Beata Vergine di Loreto, la Chiesetta di Cherz - S. Croce, la Chiesa Parrocchiale di Arabba - SS. Pietro e Paolo, la Chiesetta al Passo Pordoi - B.v. Maria - Regina defensionis, la Cappella del Col di Lana - S. Sebastiano ai caduti in guerra, la Chiesa sacrario di Pian di Salesei - S. Antonio da Padova, Chiesa curaziale di Andrai - SS. Trinità, la Chiesa curaziale di Larzonei - S. Silvestro, la Cappella di Pian - Madonna della Salute.

Nel comprensorio numerosi i simboli e le testimonianze di tristi ricordi legati alla Grande Guerra che hanno fatto la storia: il Sacrario Militare, costruito al Passo Pordói che conserva i resti dei Caduti germanici della I Guerra Mondiale, il Forte La Corte situato tra Arabba e Pieve di Livinallongo, realizzato dai militari austriaci durante la Prima Guerra Mondiale ed il Sacrario di Salesèi che accoglie i resti dei Caduti sul Col di Lana.

Mangiare e bere ad Arabba