Itinerario in Moto Giro del Parco delle Dolomiti Friulane

Lunghezza182 km

Tour in moto da non perdere per i moltissimi punti di interesse che propone. Il Giro del Parco Naturale delle Dolomiti friulane consente di valicare la Valle del Vajont con la sua diga, di lambire il perimetro di tutto il Parco conoscendo antichi borghi friulani come Tolmezzo o Ampezzo, passa per Cibiana di Cadore, il paese dei murales e regala notevoli scorci sulla Val di Zoldo e sulle Dolomiti.

La partenza del motogiro è fissata a Forno di Zoldo. In discesa tutta la Val di Zoldo sembra sbarrata dal massiccio del Bosconero che ripara dall'umidità dello scirocco. Una galleria supera gli ultimi baluardi e di colpo si apre sulla piana di Longarone. Oltrepassata la zona industriale la diga del Vajont si para innanzi. La salita avviene sul fianco in destra orografica del torrente Vajont superando decisi strapiombi e ardite gallerie. Raggiunto il colmo della diga e percorrendo la strada verso Erto la zona di distacco della frana lascia intravedere la grandezza del corpo roccioso scivolato a valle ed intuire l'immensità dell'energia liberata la notte della tragedia. Si fiancheggia il perimetro del Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane una delle massime emergenze naturalistiche di tutta la regione. Prima di Maniago il lago di Barcis è un'ottima opportunità per una sosta. Si prosegue per Ampezzo e prima di Sauris ecco l'omonimo lago. La strada regala ancora una serie di tornanti su strada provinciale prima di rientrare in provincia di Belluno raggiungendo Laggio e Vigo di Cadore. Qui vicino Lorenzago di Cadore, celebre nel mondo per aver ospitato i giorni di vacanza di due pontefici: Papa Giovanni Paolo II Wojtyla e Papa Benedetto XVI Ratzinger.
Rientrati nella Valle del Piave si scende in comune di Valle di Cadore dove ad un bivio si diparte in discesa e con una decisa svolta la strada provinciale del Passo Cibiana. Raggiunto l'abitato i Murales, caratteristiche pitture murarie di questo borgo rendono la visita appassionante. Più su, in cima al valico, i percorsi per raggiungere il museo delle Nuvole di Reinhold Messner, anche con le comode navette. La discesa nel bosco verso Forno di Zoldo richiede attenzione data la carreggiata stretta. Ancora da visitare la frazione di Fornesighe, nota per il suo carnevale e quindi si chiude l’itinerario in moto facendo ritorno a Forno di Zoldo.

 

Avvertenze: Partendo da Selva di Cadore si prosegue in direzione Val di Zoldo. Circa 15 min di tragitto.
Note: Partendo da Selva di Cadore si prosegue in direzione Val di Zoldo. Circa 15 min di tragitto.
  • Val di Zoldo Partenza
  • Val di Zoldo Arrivo