Bike Cimabanche - Cortina 1a

Difficoltà
Facile
Dislivello
300m in discesa
Partenza
Cortina - Stazione (1225m)
Arrivo
Passo Cimabanche (1530m)

Sulla "Lunga Via delle Dolomiti"

L’itinerario Cortina - Cimabanche si snoda integralmente lungo il percorso del Treno delle Dolomiti, il tratto ferroviario che fino a metà degli anni ’60 collegava Cortina con Dobbiaco verso nord e con Calalzo di Cadore verso sud; conosciuta dagli appassionati come “Ferrovia”, rientra ora nel più ampio progetto denominato “Ciclabile delle Dolomiti”.

Percorso in parte su asfalto in parte su sterrato che si presenta ottimo lungo tutto il percorso, quindi affrontabile anche da principianti.

La partenza è presso la stazione delle autocorriere. Qui la sede stradale è divisa da apposita segnaletica, in una corsia dedicata ai pedoni ed una alle biciclette: si consiglia quindi particolare prudenza, anche per i frequenti incroci con strade aperte al traffico.

Il tratto che segue porta velocemente al grande spiazzo presso il casello di Fiames (qui c’è una fontana per rinfrescarsi). Proseguendo si incontra una galleria lunga ma sempre ben illuminata.

Prima di arrivare in località Ospitale incontriamo una seconda galleria, non illuminata, e subito dopo il grande ponte in metallo sul Torrente Felizon: qui si raccomanda una breve sosta per ammirare l’orrido sottostante.

Ad Ospitale si consiglia una visita alla Chiesa, consacrata a San Nicolò: venne eretta nel 1400 in un luogo dove già dal XI secolo esisteva un ospizio (ora trasformato in Ristorante) dove sostavano i viandanti, i pellegrini e coloro che percorrevano questa importante strada trasportando le merci da Venezia alla Germania e viceversa.

Dopo Ospitale si incontrano ex caserme militari e un piccolo laghetto, il Lago Negro.

Punto di arrivo il Passo Cimabanche, dove sorge l’omonimo Chalet.

PUNTI D'APPOGGIO

Chalet Cimabanche, Ristorante Ospitale, Bar Stazione

 

Note

trasporto verso Cimabanche garantito da autocorriere di linea (Sad), da Bike Shuttle e  Bike n’ bus (Dolomiti Bus)

Varianti

l’itinerario può essere agevolmente percorso al contrario, in lieve ma costante salita (pendenza media del 2,5% circa). Inoltre, dal Passo Cimabanche si può proseguire in discesa verso Dobbiaco (15 km circa), sempre su ciclabile.

Info