In cammino nelle Dolomiti

A Cortina troverete tantissimi sentieri, più di 400 km, per trascorrere giornate all’aria aperta immersi nella natura incontaminata. Percorsi adatti a tutti i tipi di sportivi, per i più allenati e per chi desidera rilassarsi ammirando i panorami mozzafiato.
Lungo la strada potrete sostare nei numerosi rifugi d’alta quota, per assaporare i sapori più tipici della montagna tra gusto e prodotti a chilometro zero. Per raggiungere i punti di partenza di molti itinerari è possibile utilizzare gli impianti di risalita aperti d'estate.
Con l'acquisto dell'Hiking Pass è possibile accedere a tutti gli impianti di Cortina con un'unica tessera.
Si possono organizzare anche speciali Tour delle Dolomiti alla scoperta della flora, della fauna e di panorami mozzafiato con tutta la comodità del servizio di trasporto bagagli e specifici servizi dedicati.

Da segnalare il Sentiero Montanelli: la passeggiata Montanelli parte dal Pié Tofana, a 1.675 metri di altitudine: una piccola strada forestale chiusa al transito che il giornalista amava percorrere di mattina, bastone alla mano e cappello in testa, a volte accompagnato da amici (spesso con lui c’era Dino Buzzati). Il percorso, dall’andamento pianeggiante, attraversa un bosco rado di larici, abeti e pini mughi per poi scendere leggermente fino all' incrocio con la strada che sale verso Cianderou (1.649 m).
TRA STORIA E LEGGENDE
Sulle ali della fantasia con i tanti itinerari alla scoperta dei Monti Pallidi e delle loro leggende.
Un labirinto di percorsi naturalistici e storici per scoprire gli aspetti più belli e spesso meno conosciuti della vera vacanza in montagna.
a
Da provare la Via dei Dinosauri dove sono state trovate spettacolari impronte di dinosauro che risalgono a 220 milioni di anni fa, mentre la Via dell'uomo di Mondeval conduce a una sepoltura a 2.000 metri di quota, datata 5000 a.C.

Il Giro della Grande Guerra è invece un'esperienza culturale en plein air. 80 km tra storia e natura, sulle montagne tra il Lagazuoi, le 5 Torri e il Sasso di Stria, protagoniste di una parte importante della storia della Prima Guerra Mondiale. 

TRA STELLE E PIANETI

Alla scoperta della volta celeste

Sentiero dei Pianeti e dell'Universo

L'Associazione Astronomica Cortina ha ideato una facile passeggiata per scoprire il sistema solare e i suoi pianeti.
Lungo il percorso che collega località Pié Tofana al Col Drusciè, sono stati collocati dei tabelloni con foto dei vari pianeti e del sole, tutti sistemati ad una distanza che in scala ripecchia la loro reale posizione nel cielo. Illustrazioni con i principali dati e parameti che contraddistinguono i vari corpi celesti tra loro per una passeggiata fuori dal comune che termina con l'arrivo all'Osservatorio Astronomico Helmut Ullrich.
Il percorso è adatto a tutti e dura circa 30 minuti.

Mappa

Sentiero dell'Universo

Il Sentiero dei Pianeti è stato ampliato con la realizzazione del Sentiero dell’Universo, un tracciato nel bosco lungo 450 mt che, sempre avendo come punto di riferimento l’Osservatorio del Col Druscié, permette al visitatore di ripercorrere idealmente tutto l’universo, sia nello spazio sia nel tempo. 

Sul sentiero, 10 pannelli esplicativi, adeguatamente posizionati, illustrano via via le caratteristiche principali di stelle, nebulose, ammassi e galassie, il tutto rapportato alla famigliare scala dimensionale di 1/10 miliardi, già utilizzata per il Sentiero dei Pianeti.

Il sentiero può essere percorso nei due sensi, sia dalla base verso l’alto, iniziando quindi l’immaginario viaggio dal Big Bang, che rappresenta la creazione dell’Universo, fino ai giorni nostri, quindi al Sole, posizionato presso l’osservatorio, oppure, viceversa, con un percorso a ritroso nel tempo e nello spazio.

Nell'ultimo caso, si possono vedere prima le stelle più vicine (Sirio e le Pleiadi) e ci si può poi spingere tra le spirali della Via Lattea, tra nebulose ed ammassi (M42 e M13). Dopo un viaggio immaginario di 2 milioni di anni luce, si raggiunge la galassia più vicina alla Terra, Andromeda (M31), gli ammassi e i superammassi delle altre galassie e i lontani quasar (3C273), fino ai confini dell’Universo stesso, quando tutto ciò che noi oggi conosciamo, materia, tempo e spazio, non si era ancora formato. 

NIGHT HIKING

Come tetto solo il cielo stellato
Non mancano a Cortina le possibilità di camminare avvolti dagli intensi silenzi della natura, accompagnati dalle Guide Alpine, lungo percorsi poco impegnativi, ma di sicuro effetto scenografico. Un’esperienza insolita per scoprire come al calar del sole gli spazi e i colori possano assumere nuove e inaspettate forme.

Su prenotazione, è possibile fermarsi in uno dei numerosi rifugi per gustare la qualità della gastronomia d’alta quota.
La vista dell’alba la mattina seguente sarà un regalo inatteso per chi si fermerà a pernottare.